Find Tuscia, terra di cinema on FacebookFind Tuscia, terra di cinema on TwitterFind Tuscia, terra di cinema on YouTubeFind Tuscia, terra di cinema on Instagram
  • English
  • Italiano

VITERBO - PIAZZA SAN LORENZO

VITERBO - PIAZZA SAN LORENZO

"Otello" e "Il maresciallo Rocca". Il cinema in piazza San Lorenzo

Orson Welles, geniale uomo di cinema, negli anni 40 approda in Italia attirato dalle lusinghe di un’industria che, grazie alle agevolazioni fiscali concesse alle coproduzioni con gli USA, è in forte espansione. Nella Hollywood sul Tevere, il cineasta americano interpreta qualche film e progetta una pellicola ispirata all’Otello di Shakespeare.

Verso la fine del 1948, Welles batte a Venezia il primo ciak di Otello, un’opera di cui è regista e protagonista. Un anno dopo, il cineasta individua a Viterbo due location: il Palazzo dei Papi, ubicato in Piazza San Lorenzo, e la Chiesa di Santa Maria della Salute. La facciata del Palazzo dei Papi infatti campeggia solenne in una sequenza dominata dal magnetismo di Welles-Otello.

Gli archi dell’attigua Loggia dei Papi, oltre a ospitare le passeggiate di Otello e Desdemona, fanno altresì intravedere, complice un effetto speciale, un vascello che naviga solitario nel mare.

Dopo Welles, altri registi identificano Palazzo dei Papi, la Loggia dei Papi e, più in generale, Piazza San Lorenzo e il Duomo come set.

Dai santi (Margherita di Cortona, 1950, di Mario Bonnard e Cronache di un convento, 1962, di Edward Dmytryk) ai Borgia (Lucrezia Borgia, 1953, di Christian-Jacque e L’uomo che ride, 1966, di Sergio Corbucci), dai crociati (La cintura di castità, 1967, di Pasquale Festa Campanile) ai lanzichenecchi (Il sacco di Roma, 1953, di Ferruccio Cerio), passando per Michelangelo Buonarroti (Il tormento e l’estasi, 1965, di Carol Reed) e la serie televisiva I Medici (Sergio Mimica-Gezzan, 2016), Piazza San Lorenzo costituisce uno scenario cinematografico naturale.

Negli anni 90, il regista Giorgio Capitani ambienta a Viterbo Il maresciallo Rocca (1996-2005), una popolare serie televisiva interpretata da Gigi Proietti, adoperando soprattutto la location di Piazza San Lorenzo. Innamorato di Viterbo, Capitani impiegherà la città come set stabile per tante serie televisive di successo (Papa Giovanni- Ioannes XXIII, 2002, Rita da Cascia, 2004 e Enrico Mattei - L’uomo che guardava al futuro, 2009).   

Piazza San Lorenzo, Viterbo