Find Tuscia, terra di cinema on FacebookFind Tuscia, terra di cinema on TwitterFind Tuscia, terra di cinema on YouTubeFind Tuscia, terra di cinema on Instagram
  • English
  • Italiano

VITERBO - BAGNAIA

VITERBO - BAGNAIA

"The Young Pope" e "Habemus Papam". I giardini vaticani di Villa Lante

La location più bella e sfruttata di Bagnaia è senza dubbio Villa Lante. Progettata nel ‘500 da Jacopo Barozzi da Vignola, Villa Lante deve la sua fama ai giardini, alle fontane (la più famosa delle quali, denominata Fontana Dei Mori, è opera del celebre scultore Giambologna), ai giochi d’acqua e alle palazzine Gambara e Montalto.

Grazie a queste architetture, Villa Lante assurge a set cinematografico per film (parzialmente o largamente girati in loco) come l’avventuroso La maschera di Cesare Borgia (1941) di Duilio Coletti, l’operistico Lucia di Lamermoor (1946) di Piero Ballerini, il melodrammatico Cento piccole mamme (1952) di Léonide Moguy, il sentimentale Le diciottenni (1955) di Mario Mattòli, le commmedie I quattro moschettieri (1963) di Carlo Ludovico Bragaglia e Le voci bianche (1964) di Pasquale Festa Campanile e Massimo Franciosa, i musicarelli Nel sole (1967) di Aldo Grimaldi e Pensiero d’amore (1969) di Mario Amendola e i satirici All’onorevole piacciono le donne (1972) di Lucio Fulci e Senza famiglia nullatenenti cercano affetto (1972) di Vittorio Gassman.

Nel corso del Terzo Millennio, Villa Lante subisce la più radicale delle metamorfosi, trasformandosi nei Giardini Vaticani.

In Habemus Papam (2011) di Nanni Moretti, il neoeletto Papa cardinale Melville (Michel Picccoli), vagando per Villa Lante s’imbatte nella cerimonia di giuramento delle Guardie Svizzere. Nell’epilogo del film, le inopinate dimissioni del Papa quasi profeticamente anticipano quelle rassegnate da Papa Ratzinger (Benedetto XVI) l’11 febbraio 2013.

Le serie televisiva The Young Pope (2016) di Paolo Sorrentino, che include molte sequenze girate a Villa Lante, ha come protagonista Lenny Belardo (Jude Law), un giovane cardinale americano eletto Papa con il nome di Pio XIII, che, forte delle sue idee anticonformiste, mette in crisi Curia e politica internazionale.

Da menzionare, infine, Bagnaia paese italiano (1949), un documentario che Francesco (Citto) Maselli dedica all’antico borgo.

Viterbo, Bagnaia